Crisi Dm Elektron, la società veronese Exor intenzionata ad acquisirla: nel piano industriale 20 esuberi


L’azienda veronese ha incontrato nei giorni scorsi i sindacati in Confindustria. Le parti sociali bocciano la proposta e chiedono alla Regione un confronto

BUJA. All’orizzonte della Dm Elektron di Buja si affaccia la veronese Exor, società che progetta e produce soluzioni di automazione industriale, già cliente dell’azienda bujese e intenzionata oggi a rilevarla passando da un piano industriale che prevede però 20 esuberi.

A farlo sapere sono stati David Bassi e Pasquale Stasio per le segreterie di Fiom Cgil Udine e di Fim Cisl Fvg, a valle di un incontro con i vertici di Exor, ospitato il 13 ottobre in Confindustria Udine.

Questo articolo è riservato a chi ha un abbonamento

Tutti i contenuti del sito

1€ al mese per 3 mesi poi 2.99€ al mese per 3 mesi

Attiva Ora

Noi Messaggero Veneto la comunità dei lettori



Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *