Utenti contro Microsoft: un’app di finanziamento a breve termine integrata in Edge


Microsoft sta ricevendo molte critiche dopo aver inserito una funzionalità di finanziamento a breve termine nelle versioni sperimentali del browser Edge. Definita “Acquista ora, paga dopo”, questa opzione consente agli utenti di effettuare acquisti immediatamente e di pagare in un secondo momento.


“Acquista ora, paga dopo” non piace agli utenti di Microsoft


”Acquista ora, paga dopo” è ora disponibile nelle ultime release sui canali Canary e Dev di Microsoft Edge e si attiva quando l’utente naviga sui siti per gli acquisti online come Target e Walmart. Nelle pagine di pagamento, gli utenti possono abilitare l’opzione per pagare in 4 rate diluite in 6 settimane, e il tutto vale per tutti gli acquisti da $35 e $1.000. Microsoft ha collaborato con Quadpay, un servizio che fa parte di Zip, per implementare questa opzione. Per poterla usare, prima di poter accedere al finanziamento gli utenti di Edge devono connettersi con l’account Zip.


Microsoft Edge


Il programma di finanziamento di Zip non prevede tassi di interesse, ma solo l’addebito dell’importo di un dollaro per ogni rata pagata, quindi nella maggior parte dei casi il finanziamento costa quattro dollari. Non è una cattiva proposta per gli acquisti più costosi, ma è meno conveniente nel caso di acquisti poco costosi: nel caso della spesa di $35, infatti, la commissione corrisponde a circa l’11% del valore complessivo del bene acquistato.


Dopo aver annunciato la funzione un paio di settimane fa e averla implementata sui canali insider, Microsoft ha raccolto una serie di proteste e critiche. Secondo gli utenti, una funzione del genere non è compatibile con l’esperienza di navigazione del web. Questo tipo di funzioni, a detta loro, dovrebbero essere gestite tramite le estensioni, mentre il browser di base dovrebbe essere il più veloce e reattivo possibile.


Il punto è che Microsoft potrebbe pure inserire servizi come questo, ma senza abilitarli di default, costringendo gli utenti a lunghe procedure di configurazione per poter utilizzare il browser scevro da tutte le funzionalità considerate inutili. A questo indirizzo si possono leggere alcune delle critiche degli utenti.


Microsoft ha risposto alle segnalazioni dicendo di non riscuotere alcuna commissione per il servizio di connessione dei suoi utenti alle società che offrono servizi di finanziamento. Tuttavia, è altamente improbabile che Microsoft abbia inserito l’opzione senza aver ricevuto una qualche forma di remunerazione, e non c’è un commento da parte dei portavoce dell’azienda circostanziato su questo punto.


Leggi anche:

Dopo il passaggio a Chromium, Edge è stato valutato come un buon browser dagli utenti PC. Inoltre, viene apprezzato il livello di sicurezza del browser di Microsoft, così come l’introduzione di funzionalità innovative e utili, come i tab verticali o la possibilità di acquisire direttamente un’immagine dell’intera pagina web.


Inoltre, Edge non è l’unico browser dotato di discutibili bloatware. Brave, probabilmente uno dei browser più rispettosi della privacy, integra un wallet di criptovalute e fornisce supporto nativo per l’invio e la ricezione di NFT. Molti shop online, tra cui alcuni cinesi, del resto stanno ormai integrando o hanno già integrato un sistema di finanziamento per gli acquisti.


I detrattori della decisione di Microsoft sostengono che questo tipo di integrazione aumenta la quantità di codice potenzialmente vulnerabile e sfruttabile dagli hacker per gli attacchi. Del resto, l’app di Zip per i finanziamenti esiste già da diverso tempo, altro motivo per cui molti utenti giudicano superflua l’integrazione in Edge.



Idee regalo,
perché perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!



Source link

Rispondi