NVIDIA, il prossimo acceleratore non esiste ma sale a bordo del primo supercomputer


Il National Renewable Energy Laboratory (NREL) di Golden, Colorado, ha annunciato che all’inizio del 2023 entrerà in funzione Kestrel, un nuovo supercomputer realizzato da Hewlett Packard Enterprise (HPE) basato su processori Intel Xeon Scalable “Sapphire Rapids” e, soprattutto, su acceleratori “NVIDIA A100Next Tensor Core compute GPU”.

Kestrel (Gheppio), stando alle stime, dovrebbe offrire prestazioni pari a circa 44 petaflops, cinque volte superiori all’attuale sistema Eagle in funzione attualmente presso il centro di ricerca sulle energie rinnovabili.

A destare interesse in questo annuncio è il nome “A100Next” usato per l’acceleratore di NVIDIA, il quale sembra a tutti gli effetti un segnaposto per Hopper (H100), la nuova architettura che l’azienda introdurrà verosimilmente alla GTC di marzo 2022. D’altronde anche le tempistiche combaciano.

Secondo le ultime indiscrezioni, la GPU Hopper H100 sarà prodotta da TSMC a 5 nanometri e si baserà su un progetto con più die sul package, sulla falsariga di quanto visto in casa AMD con gli acceleratori Instinct della serie 200. La GPU Hopper dovrebbe essere accoppiata a memoria HBM di ultima generazione (HBM2E oppure HBM3) grazie alla tecnologia di packaging CoWoS (chip-on-wafer-on-substrate) di TSMC.

Attualmente non si conoscono altri dettagli, cosa che invece deve avere ottenuto il NREL per decidere di riporre fiducia sul nuovo acceleratore di NVIDIA prima dell’effettiva presentazione. AMD con le nuove soluzioni Instinct MI250 e MI250X ha alzato l’asticella delle prestazioni a doppia precisione, superando NVIDIA di quasi cinque volte: a distanza di quasi due anni dall’introduzione della GPU GA100 e dell’acceleratore A100, NVIDIA è chiamata a una risposta importante, anche a fronte del prossimo ingresso sulla scena di Intel con Ponte Vecchio.


Idee regalo,
perch perdere tempo e rischiare di sbagliare?

REGALA
UN BUONO AMAZON
!



Source link

Rispondi