Basket: troppo forte Tenerife, Dinamo resiste solo un quarto – Sardegna


Seconda sconfitta in Champions per Sassari, è a zero punti


Seconda trasferta e seconda sconfitta in Basketball Champions League per la Dinamo, che ieri sera è stata umiliata da Tenerife chiudendo la gara sotto di 27 punti, con il punteggio finale di 87-60 per i padroni di casa. I biancoblu restano in partita solo il primo quarto, poi gli spagnoli piazzano un parziale di 28-6 e per la Dinamo si fa notte fonda. La Lenovo Tenerife penetra la difesa sassarese con estrema facilità sfruttando il pick and roll centrale ed esaltando la fisicità dei due centri in maglia gialla, l’ex Virtus Bologna, Julian Gamble e Fran Guerra, autori rispettivamente di 18 e 17 punti.

 I biancoblu non rientrano più in partita e hanno solo una breve fiammata di orgoglio a metà dell’ultimo quarto, quando con tre triple di fila e un minimo di difesa aggressiva riescono a riavvicinarsi fino a -14. Ma è solo una breve illusione. Tenerife si scuote subito e chiude in grande stile con triple, schiacciate un vantaggio finale di 27 punti, confermando di essere la squadra favorita per la vittoria del girone. Per la Dinamo invece il cammino in Champions di fa sempre più proibitivo, ferma a quota zero punti dopo due giornate.

“Sapevamo che sarebbe stata una partita tosta su un campo difficile: noi siamo partiti bene poi qualcosa è cambiato e abbiamo perso fiducia permettendo a Tenerife di trovare canestri facili e scappare via. Abbiamo commesso molte ingenuità e abbiamo bisogno di trovare una mentalità diversa”, ha commentato il coach della Dinamo, Demis Cavina a fine partita. Ora c’è poco tempo per assorbire la botta incassata alle Canarie: domenica a mezzogiorno è di nuovo Lega A con la difficile sfida in Veneto contro la Universo Treviso. 
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA