Covid, Sileri: “Va raddoppiato o triplicato il sequenziamento. Serve uno sforzo maggiore per non farsi sfuggire le varianti”


“L’Italia sta facendo uno sforzo enorme per sequenziare e creare una rete di laboratori. È evidente che deve essere fatto uno sforzo maggiore, con investimenti maggiori”. Lo ha detto a Timeline, su Sky TG24, il sottosegretario alla Salute Pierpaolo Sileri, parlando del sequenziamento delle varianti del Sars Cov2. “Il sequenziamento è parte integrante del controllo di come funzionano i vaccini e per non farsi sfuggire varianti. È pur vero che le prime le abbiamo identificate, i nuovi dati delle nuove flash survey mostreranno dei dati molto più avanti. Non nego l’evidenza, bisogna impegnarsi di più, quello che viene fatto è appena o poco più che sufficiente. Dovremmo raddoppiare se non addirittura triplicare i sequenziamenti che vengono fatti”

Sostieni ilfattoquotidiano.it: se credi nelle nostre battaglie, combatti con noi!

Sostenere ilfattoquotidiano.it vuol dire due cose: permetterci di continuare a pubblicare un giornale online ricco di notizie e approfondimenti, gratuito per tutti. Ma anche essere parte attiva di una comunità e fare la propria parte per portare avanti insieme le battaglie in cui crediamo con idee, testimonianze e partecipazione. Il tuo contributo è fondamentale.
Sostieni ora

Grazie,
Peter Gomez


ilFattoquotidiano.it


Sostieni adesso


Pagamenti disponibili

Articolo Precedente

Licenziamenti ‘selvaggi’, Conte: “Necessaria legge anti-delocalizzioni”. Pd e Leu d’accordo. Salvini: “Problema non si risolve scioperando”

next




Source link

Rispondi