Ferrari Trento è il brand italiano di vino più noto


Nella speciale classifica sulla brand awareness Ferrari Trento si conferma il vino italiano più noto, dice una ricerca internazionale.

Ferrari Trento, per tutti Ferrari quello dello spumante, è il brand di vino italiano più noto, secondo la ricerca Italy Wine Landscape 2021 : primo posto con un indice di notorietà (Brand Awareness Index) pari a 100 e un indice complessivo (Brand Power Index) pari a 97. È una conferma, nella classifica del Wine Brand Power Index, che misura la notorietà dei principali marchi di vino italiani attraverso una approfondita analisi condotta sui consumatori regolari di vino italiani da Wine Intelligence, società inglese di ricerche di mercato e consulenza specializzata nel mondo del vino. Ferrari ha anche il più alto Purchase Index (l’indice che misura la frequenza e l’intenzione di acquisto), pari a 96, e un elevato Connection Index (livello di propensione a essere consigliato ad altri consumatori), pari a 95.

Matteo Lunelli, Presidente e Amministratore delegato di Ferrari Trento, dichiara: “Essere riconosciuti come il marchio di vino più forte in Italia è una conferma significativa che arriva in un anno ricco di soddisfazioni e a pochi giorni di distanza dal titolo di “Sparkling Wine Producer of the Year” conquistato a The Champagne & Sparkling Wine World Championships. Premi e riconoscimenti da parte dei più autorevoli opinion leader di settore sono naturalmente molto importanti, ma ancora di più lo è l’apprezzamento dei nostri clienti, spesso fedelissimi, e di tutti gli appassionati, che non solo conoscono e scelgono i nostri Trentodoc, ma li raccomandano ad amici e parenti, come emerge dai risultati della ricerca di Wine Intelligence”.

Ferrari_Perlé_Nero_Riserva_Close_up_bicchiere

Pierpaolo Penco, Country Manager per l’Italia di Wine Intelligence, spiega: “L’indice misura la salute di un marchio vinicolo attraverso diversi indicatori: la consapevolezza del consumatore, l’acquisto ricordato, l’intenzione di acquisto futuro e la connessione del consumatore con il marchio, in base alla loro volontà di raccomandarlo ad altri e dal livello in cui ritengono che il marchio sia giusto per persone come loro”.

 



Source link

Rispondi