Delitto Meredith, Rudy Guede verso la liberazione a 14 anni dal delitto Kercher- Corriere.it


di Fulvio Fiano

Atteso l’ok del giudice allo sconto per buona condotta. La nuova vita tra basket e cinema. La mattina va alla Caritas di Viterbo e aiuta nelle sue funzioni un sacerdote, a pranzo presta servizio alla mensa dei poveri e di pomeriggio cataloga libri al Centro studi criminologici

Il 20 novembre del 2007 Rudy Guede veniva arrestato in Germania per l’omicidio dell’inglese Meredith Kercher in una casa di studenti a Perugia. Sabato, a 14 anni esatti di distanza, (ma la richiesta stata depositata ieri) ha maturato i termini per la sua liberazione anticipata rispetto ai 16 che gli sono stati inflitti come pena definitiva, unico colpevole di un delitto rimasto a lungo un giallo irrisolto e che continua a sollevare polemiche e reazioni ogni volta che se ne torna a parlare. L’istanza dell’avvocato Fabrizio Ballarini, che assiste l’ivoriano, gi sul tavolo del tribunale di Sorveglianza, che a ore potrebbe apporre il suo sigillo su una decisione che a norma di legge appare scontata. La sua una storia di redenzione esemplare.

Ai servizi sociali

Da dicembre 2020 Guede, 35 anni, non pi in carcere ma affidato ai servizi sociali. La mattina assegnato alla Caritas di Viterbo e aiuta nelle sue funzioni il sacerdote di Santa Maria della Verit, a pranzo presta servizio alla mensa dei poveri, il pomeriggio cataloga libri al Centro studi criminologici, l’associazione che per due anni, dal 2016 (quando intervenuta la Cassazione) al 2018 ha chiesto invano la revisione del processo e i cui rappresentanti sono anche i suoi tutor legali. Con i circa 400 euro di paga vive in affitto in una piccola abitazione nel centro storico della citt della Tuscia, dove fino al 20 novembre aveva l’obbligo di rientrare entro le 22, ultima limitazione rimasta alla sua libert, assieme al divieto di allontanarsi dalla provincia senza permesso.

Lo sconto

In questi 14 anni, per la sua buona condotta da detenuto ha maturato 1.100 giorni di sconto di pena, a cui se ne aggiungono ora altri 45. Nel penitenziario Mammagialla di Viterbo si laureato con 110 e lode in Scienze storiche del territorio e della cooperazione internazionale
e sta prendendo la specializzazione in Lettere moderne occupandosi di narrazione cinematografica. A Viterbo ripartita la sua vita. Organizza tornei di basket e scacchi col patrocinio del Comune e, come se volesse riallacciare i fili con la sua vita di allora, frequenta una comitiva di ventenni. Chi lo conosce lo descrive come spigliato e caciarone, che non nasconde il suo passato ma non ne parla mai volentieri dopo dieci anni passati sui giornali.

Il futuro

Riacquistata la libert vorrebbe trovare un lavoro vero che gli permetta tra l’altro di fronteggiare le spese legali e i risarcimenti alla famiglia Kercher. Guede si sempre dichiarato innocente, senza mai cambiare la versione secondo cui la sera di quel 2 novembre era chiuso in bagno con le cuffiette dopo aver avuto un rapporto con Meredith (e verr infatti incastrato dalle tracce di Dna). Sostiene di essere andato in Germania per paura di essere coinvolto nelle indagini che avevano gi portato all’arresto di Raffaele Sollecito e Amanda Knox (prosciolti nel 2015 dopo una iniziale condanna a 25 e 26 anni e quattro di detenzione cautelare). La notizia della sua possibile liberazione, anticipata dal sito Tusciaweb, arriverebbe in anticipo di circa un mese e mezzo rispetto alla scadenza naturale del 4 gennaio 2022.

22 novembre 2021 (modifica il 22 novembre 2021 | 22:57)



Source link

Rispondi