Sutor, con la carica di Murabito per tentare lo sgambetto al Faenza


SERIE B – Trasferta in terra emiliano-romagnola, quella in programma nel weekend, per i calzaturieri gialloblù, reduci dall’ottima prestazione fornita in casa contro Rieti seppur al netto di punti da aggiungere alla classifica. La presentazione della gara affidata al miglior realizzatore del match perso per un punto al cospetto dei laziali

Print Friendly, PDF & Email

 

 

MONTEGRANARO – Non è stato facile resettare la sconfitta in volata patita con la Real Sebastiani Rieti, la squadra ha però lavorato bene in settimana per presentarsi al meglio, nel weekend del PalaCattani, contro Faenza.

La Sutor con le proprie certezze arrivate dopo il match perso all’ultimo secondo contro la squadra di Finelli, in questi giorni ha intensificato il lavoro in palestra per farsi trovare pronta domenica quando alle ore 18.00, sarà chiamata ad affrontare in trasferta la Raggisolaris Faenza, reduce dalla battuta d’arresto arrivata in casa, contro Teramo, dopo un overtime. Match che sarà diretto da Angelo Lenoci e Filippo Giovagnini di Torino.

La squadra di Baldiraghi ha analizzato il modo in cui si è proposta domenica scorsa, dove ha disputato la miglior partita stagionale e proprio da questa prestazione che la Sutor dovrà ripartire per dare una bella continuità al suo gioco, magari condita anche con un risultato importante. Con Marco Murabito (foto), miglior marcatore contro Rieti arriva dunque il punto della situazione.

Murabito, ripartiamo dalla gara con la Real Sebastiani, che sentimento vi ha lasciato?

“Tanto dispiacere perché abbiamo sfiorato una vittoria contro una squadra a cui mancano due americani per potersi giocare i playoff promozione per salire in Lega A. Abbiamo disputato questa sfida molto carichi, neanche noi ci aspettavamo di poter competere in questa maniera e questo dato di fatto ci sta dando una bella carica, che dovremo mettere in campo contro Faenza”.

E’ arrivato però il momento di dare anche continuità al gioco e magari arrivare alla vittoria. Sotto questo aspetto, come vede la sfida con Faenza?

“Una partita difficile contro la squadra che ha vinto all’inizio dell’anno la Supercoppa. La Raggisolaris è un team con molto talento con giocatori importanti e su tutti cito Aromando e Vico, in grado di cambiare l’inerzia di ogni sfida in qualsiasi momento. Speriamo che la partita con Rieti ci abbia dato fiducia nei nostri mezzi e anche a livello di gioco di squadra”.

Quale sarà il vostro piano partita?

“Dovremo cercare di togliere lo spazio a Vico perché gli piace attaccare e creare per la squadra. Allo stesso tempo dovremo stare attenti anche agli altri del quintetto perché tutti sono giocatori di serie B e bisogna temerli e tenerli lontano dalle zone del campo che prediligono”.

Contro Rieti abbiamo visto il miglior Murabito della stagione, finalmente ha giocato sui livelli che si aspettava?

“Diciamo di sì anche se sarei stato più contento di segnare soli due punti e vincere contro Rieti. Però sono felice di essere riuscito, finalmente, a dare il mio contributo alla squadra e mi auguro che la prestazione fornita con Rieti faccia parte di tante altre ottime partite che sono pronto a giocare da qui alla fine della stagione”.

I tifosi si aspettano tanto da voi però il calore e gli incitamenti che vi hanno regalato contro Rieti quanto potranno essere importanti da qui in avanti, soprattutto nelle gare casalinghe?

“In campo contro Rieti eravamo molto carichi grazie al sostegno dei nostri tifosi, sono convinto che con il loro continuo incitamento, in casa renderemo la vita difficile a tutte le nostre avversarie”.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Source link

Rispondi