Addio Mario Raschini: “Il re se n’è andato, maestro di panificazione e di vita”


PORTO SAN GIORGIO – Raschini si è spento questa sera all’hospice di Macerata all’età di 48 anni. Il toccante ricordo di Andrea Rogante e Alberto Farina

Print Friendly, PDF & Email

Una notizia nefasta quella che si è abbattuta sulla città, dopo un pomeriggio di festa per le due stelle Michelin ricevute dai ristoranti Retroscena e L’Arcade. Ma l’allegria per Porto San Giorgio è durata solo una manciata di ore. Sì perché intorno alle 22,45 a Porto San Giorgio si è diffusa la notizia della morte di Mario Raschini, meglio noto come Mario Happy Days, la pizzeria in via Verdi che lo ha visto protagonista per tanti anni. Sì perché Reschini, 48 anni stroncati oggi da un male incurabile, è stato un maestro della panificazione, un pizzaiolo stimato a livello internazionale. Ha iniziato a maneggiare farine e lievito a soli 13 anni. E da lì non si è più fermato. Anni e anni di duro lavoro davanti al forno che lo hanno portato ad essere un ‘nome’ nell’ambito della ristorazione e della panificazione.

“Oggi perdiamo il re, indiscutibilmente il re – il ricordo di Andrea Rogante con cui Reschini collaborava all’osteria Te Rrosto – è stato campione a Gusto, ha insegnato a generazioni e generazioni di pizzaioli come maneggiare la farina. Era una persona speciale, incredibilmente generosa, sempre sorridente. Un grande, il re – ripete senza sosta Rogante, con la voce spezzata dalle lacrime – oggi la ristorazione di tutto il mondo perde un suo protagonista. E noi tutti perdiamo un amico, anzi un fratello”. Tra quelle generazioni formate da Mario, c’è anche Albero Farina: “Non è stato solo e semplicemente un uomo buono, è stato molto di più. Un grandissimo maestro. E tutto quello che sono oggi, non solo professionalmente parlando, lo debbo a lui. Un esempio di serenità e dedizione al lavoro, una passione smisurata per l’arte bianca. L’universo della pizza e della panificazione ha perso una figura monumentale, un maestro assoluto”

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Source link

Rispondi