A tutta velocità in A14 con la targa semicoperta e senza patente, bloccato e denunciato dalla Polizia stradale


AUTOSTRADA – Le verifiche hanno permesso di acclarare che il conducente, con a carico alcuni precedenti penali, è sottoposto ad una misura di prevenzione personale che gli impone limiti alla libertà di spostamento, che in quel caso aveva violato; inoltre, per analoghe condotte di guida senza patente, perché mai conseguita, è sottoposto ad un decreto prefettizio che gli vieta di conseguire la medesima per tre anni

Print Friendly, PDF & Email

A tutta velocità in A14, con la targa semicoperta. La Polizia autostradale lo blocca e scopre che non ha la patente. E come se non bastasse, a suo carico anche una misura di prevenzione personale che gli impone limiti alla libertà di spostamento: denunciato un giovane residente nell’Ascolano. Questo l’ultimo centro della Polizia stradale fermana, nello specifico degli agenti della sottosezione autostradale di Porto San Giorgio.

Costanti, infatti, le attività di controllo del territorio e di vigilanza della Polizia Stradale fermana non solo per la sicurezza della circolazione su strade ed autostrade ma anche per il contrasto ai reati.
I capillari servizi degli equipaggi della Polizia di Stato della Specialità con la loro continua presenza sulle arterie del nostro territorio raccolgono sempre importanti risultati sia sotto il profilo puramente amministrativo per rilevare comportamenti illegittimi e pericolosi per tutti gli utenti della strada sia per accertare violazioni delle norme connesse a delitti commessi dai conducenti dei veicoli controllati.
È cronaca quotidiana l’impegno degli operatori della Polizia Stradale, i custodi della sicurezza delle nostre strade raggiunta con servizi senza sosta e tempestivi interventi in caso di incidenti; sotto il primo aspetto una storia di tre giorni fa.

“Una pattuglia della Polizia Stradale della Sottosezione autostradale di Porto San Giorgio ha individuato un’auto che – spiegano dalla Questura – sfrecciava a gran velocità sull’A14, con la targa parzialmente coperta da un oggetto inizialmente non identificato e l’ha inseguita fino a quando il conducente del veicolo ormai raggiunto si è fermato ad una piazzola di sosta.
Effettuato il controllo degli occupanti, due giovani, uno residente nell’Ascolano e l’altro nel Teramano, i poliziotti hanno scoperto che la targa era coperta dalla custodia di una targa prova nella disponibilità del conducente (il giovane residente nell’Ascolano) il quale non ha esibito la patente di guida confessando di non averla mai conseguita. I successivi accertamenti degli agenti hanno confermato il mancato possesso dell’abilitazione alla guida e nel corso delle attività di controllo del veicolo gli agenti hanno ‘captato’ parti delle conversazioni intercorse tra i due soggetti che hanno portato ad accertamenti più approfonditi. Le successive verifiche, infatti, hanno permesso di acclarare che il conducente, con a carico alcuni precedenti penali, è sottoposto ad una misura di prevenzione personale che gli impone limiti alla libertà di spostamento, che in quel caso aveva violato. Inoltre, per analoghe condotte di guida senza patente, perché mai conseguita, è sottoposto ad un decreto prefettizio che gli vieta di conseguire proprio la patente per tre anni. E così il conducente è stato denunciato all’Autorità giudiziaria ed il veicolo, di grossa cilindrata, è stato sottoposto a sequestro ai fini della confisca”. Un altro positivo risultato dell’attività di vigilanza e controllo degli operatori della Polizia Stradale fermana per la sicurezza della circolazione degli utenti onesti e nel contrasto ai reati.

© RIPRODUZIONE RISERVATA

Torna alla home page





Source link

Rispondi