L’Inferno di Dante in mostra alle Scuderie da Rodin a Botticelli – Lazio


A 700 anni da morte del poeta, esposizione apre il 15 ottobre


(ANSA) – ROMA, 14 OTT – La Voragine infernale di Sandro
Botticelli, la versione in gesso della monumentale e famosa
Porta dell’Inferno di Auguste Rodin (modello di fusione in scala
1:1) e il Giudizio Finale di Beato Angelico. Sono tra i
capolavori di ‘Inferno’, la prima grande e spettacolare mostra
che indaga la mappa mentale e simbolica della prima cantica
della Divina Commedia raccontandone la fortuna iconografica nel
corso dei secoli.
   
Inaugurata il 13 ottobre dal Presidente della Repubblica
Sergio Mattarella, alle Scuderie del Quirinale, realizzata in
occasione del settimo centenario della morte di Dante Alighieri,
aperta al pubblico dal 15 ottobre al 9 gennaio 2022, ‘Inferno’ è
un viaggio dal Medioevo ai nostri giorni, attraverso 232 opere
d’arte, concesse in prestito da 87 tra grandi musei, raccolte
pubbliche e prestigiose collezioni private italiane e
internazionali.
   
“Inferno è una mostra potente e non ha paura di interrogare
le angosce della modernità con sale dedicate all’Inferno in
Terra’” ha spiegato alla presentazione Mario De Simoni,
presidente e ad di Ales – Scuderie del Quirinale che, dopo il
grande successo della mostra su Raffaello, tornano con questo
evento ambizioso che ha richiesto un enorme sforzo
organizzativo, reso più difficile durante il Covid. Ideata dallo
storico dell’arte e del pensiero Jean Clair che è anche il
curatore con la moglie Laura Bossi ‘Inferno’ (catalogo Electa)
ci porta in territori inattesi attraverso la forza delle
immagini e la profondità delle idee fino a ‘Riveder Le Stelle’.
   
“Che sia espressa nelle miniature medievali, nell’arte
rinascimentale e barocca, nei tormenti dell’anima raffigurati
nelle tele romantiche e simboliste, o nelle moderne
interpretazioni psichiatriche del mistero del Male, la credenza
in un possibile traguardo di dannazione si è dimostrata
straordinariamente persistente” ha spiegato Clair all’incontro a
cui è intervento anche Matteo Lafranconi, direttore Scuderie del
Quirinale e con in sala il direttore delle Gallerie degli Uffizi
Eike Schmidt che ha prestato la preziosa ‘Caduta degli angeli
ribelli’ di Andrea Commodi.
   
Il 19 ottobre si apre anche, in occasione della mostra,
‘Infernauti’, una serie di incontri collaterali. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA