Commuove e dà i brividi la foto Hardship of Life, simbolo del conflitto in Siria


Non può che scuotere la fotografia che ha vinto l’edizione 2021 del Siena International Photo Awards. Intitolata Hardship of Life, è stata scattata dal fotografo turco Mehmet Aslan nella provincia turca di Hatay, al confine con la Siria

Protagonisti della fotografia di fortissimo impatto (impossibile restare indifferenti) vi è un uomo senza una gamba, persa allo scoppiare di una bomba, mentre tiene tra le braccia il figlio, senza arti inferiori e superiori a causa di una malformazione provocata dai farmaci necessari alla sopravvivenza della madre colpita, durante la guerra, dal gas nervino, sostanza tossica capace di alterare la trasmissione degli impulsi nervosi e provocare moltissimi danni permanenti.

Come ha raccontato al quotidiano The Washington Post la madre del bimbo, la signora Zeinab, «Abbiamo cercato per anni di farci sentire per ricevere aiuto e trattamenti per mio figlio. Faremmo di tutto per dargli un’esistenza migliore».

Il dolore di una famiglia innocente, vittima suo malgrado di un conflitto feroce, le cui conseguenze ricadono sistematicamente sui civili, incapaci di difendersi e travolti dalla Storia. Come ha sottolineato Andrea Iacomini, portavoce di Unicef Italia, intervistato da Ansa dopo la pubblicazione della fotografia vincitrice: «Il dramma nel dramma sono i bambini con gravi disabilità, che rappresentano la parte più debole nei conflitti».



Source link

Rispondi