A Trieste al via Le Giornate del Premio Luchetta


Nei giorni del G20 dedicato alla crisi in Afghanistan, il tema è al centro dell’incontro inaugurale delle Giornate del Premio Luchetta, in programma nella Sala Luttazzi, al Magazzino 26 del Porto Vecchio di Trieste, da venerdì 15 a domenica 17 ottobre: un cartellone di dialoghi e dibattiti per leggere il mondo e approfondire le grandi questioni di un atlante globale. Venerdì pomeriggio, alle 18, si parte con un incontro di grande attualità: “Cos’è successo in Afghanistan? Analisi di un conflitto che ci riguarda” titola il dialogo che vedrà protagonisti l’inviato RAI Nico Piro, Premio Speciale della Fondazione Luchetta 2021, la fotografa e giornalista Monika Bulaj, Premio Luchetta 2011, e, in video collegamento, la giornalista Barbara Schiavulli, Direttrice di Radio Bullets, Premio Luchetta 2007 e testimone diretta, in queste settimane, delle dolorose condizioni di vita del popolo afghano. L’incontro sarà condotto dal responsabile della sede Ansa FVG Francesco De Filippo. L’accesso è libero dietro presentazione di green pass, prenotazioni attive sul sito premioluchetta.com/prenotazioni Tutti gli eventi saranno trasmessi in diretta streaming sul sito web del Premio Luchetta premioluchetta.com e sul profilo Facebook @PremioLuchetta.

Le Giornate del Premio Luchetta si aprono, quindi, con una riflessione sulla nuova fase storica che segue alla riconquista del potere da parte dei talebani. Mentre il Paese vive una drammatica crisi umanitaria, è in atto l’avventuroso esodo di coloro che ritengono di essere a rischio di persecuzione per motivi politici, etnici, religiosi o di appartenenza a determinati gruppi sociali. Gli afghani, da anni già il secondo gruppo di rifugiati più numerosi al mondo dopo i siriani, si avviano così a divenire il simbolo del popolo in fuga e in esilio del XXI secolo, sospesi tra accoglienza e rifiuto. L’incontro offrirà anche l’occasione per raccontare l’impegno della Fondazione Luchetta Ota D’Angelo Hrovatin, che ha offerto un aiuto concreto per sostenere una famiglia evacuata dal Paese perchè perseguitata dal nuovo regime. Una vicenda che la fotografa Monika Bulaj ha seguito direttamente: “Una tra le tante storie in un mare di dolore, insonnie, separazioni e paure che hanno fatto seguito alla presa del potere dei talebani in Afghanistan, e sono proseguite nella calca dell’aeroporto di Kabul – spiega la stessa Bulaj-. La famiglia di Azra (nome di fantasia), bambina afghana malata oncologica, era sulla lista d’evacuazione autorizzata dal governo italiano. Ma come tanti era rimasta imprigionata terribili notti di Kabul, in attesa dell’imbarco, dopo essere miracolosamente scampata all’attentato del 26 agosto, senza più la possibilità di accedere alle cure necessarie negli ospedali del Paese. È questa una tra tante storie ancora irrisolte, vite appese a un filo sulle quali non vanno costruiti consensi politici, nè protagonismi da social – osserva ancora Monika Bulaj – Storie che richiedono di lavorare silenziosamente. Nella vita di Azra si è accesa la speranza grazie all’ambasciatore italiano a Islamabad, Andrea Ferrarese, al dottor Marco Rabusin dell’ospedale Burlo Garofolo di Trieste e al team dei medici dell’ospedale infantile di Santa Maria della Misericordia di Udine, che, insieme alla Fondazione Luchetta, hanno reso possibile il viaggio in Italia, senza separare la bambina malata dalla madre, vedova dell’interprete Isaf ucciso dai talebani”. La storia raccoglie il testimone di una analoga vicenda che ha visto protagonista nei mesi scorsi il giornalista Nico Piro, inviato Rai nel campo profughi di Lesbo. In quella sede il giornalista aveva conosciuto una giovane mamma di origini afghane, con il figlio bisognoso di cure mediche e attraverso la Comunità di Sant’Egidio era riuscito a organizzare il loro viaggio a Trieste, dove sono stati accolti dalla Fondazione Luchetta.

Sabato 16 ottobre le Giornate del Premio Luchetta ospiteranno, alle 18, l’attesa cerimonia ufficiale di consegna del Premio Luchetta 2021, condotta dalla giornalista Marinella Chirico della redazione TGR RAI Friuli Venezia Giulia. Promosse dalla Fondazione Luchetta con il sostegno della Fondazione CRTrieste, di Crédit Agricole Friuladria, le Giornate del Premio Luchetta si svolgeranno sotto l’egida della FNSI e dell’Ordine dei Giornalisti con la mediapartnership RAI e Il Piccolo. Info e dettagli: premioluchetta.com fondazioneluchetta.eu





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *