Trianon Viviani,un viaggio digitale nella canzone napoletana – Campania


Esperienza multisensoriale. Laurito, un tempio della tradizione


(ANSA) – NAPOLI, 14 OTT – Al Trianon Viviani apre la Stanza
delle Meraviglie, che – disegnata da Bruno Garofalo da un’idea
di Marisa Laurito – offre una vera e propria immersione nel
panorama musicale napoletano. Grazie all’utilizzo di impianti
digitali, i visitatori potranno entrare virtualmente in una
Napoli di altri tempi, vivendo attraverso la storia della
canzone partenopea un’esperienza multisensoriale. Il progetto,
promosso dalla Regione Campania e attuato dalla Scabec, è stato
presentato oggi dal governatore Vincenzo De Luca, Giovanni Pinto
e Marisa Laurito, presidente e direttore artistico del teatro
della Canzone napoletana.
   
La passeggiata dura trenta minuti, il periodo considerato va
dalla fine dell’Ottocento fino al 1940, con percorsi tematici.
   
Il primo è dedicato al mercato, il secondo al mare, altro tema
peculiare della canzone napoletana classica, il terzo è un
percorso paesaggistico in Campania. Foto e dipinti d’epoca e una
ricostruzione ambientale in costume arricchiscono il viaggio nel
tempo e nello spazio. ”Con il Trianon Viviani, Napoli ha
finalmente un tempio che racchiude, protegge e diffonde anche
all’estero la nostra grande tradizione musicale”, commenta con
orgoglio Marisa Laurito. La Stanza delle Meraviglie sarà
visitabile tutti i giorni, con ingresso gratuito fino a
novembre, previa prenotazione. Entro la fine dell’anno il
Trianon Viviani aprirà anche la Stanza della Memoria, uno spazio
curato da Pasquale Scialò, per accedere a una fruizione completa
del patrimonio della canzone napoletana e delle culture musicali
della Campania. Al via domani anche la prima stagione in
presenza firmata da Marisa Laurito, con Adagio Napoletano.
   
Cantata d’ammore, il musical con la compagnia Stabile della
Canzone napoletana scritto e diretto da Bruno Garofalo. (ANSA).
   

RIPRODUZIONE RISERVATA © Copyright ANSA