Sanità lucana, “I cd sono finiti, il referto lo può avere solo scritto”


Di seguito la lettera alla redazione inviata da una donna di Potenza per segnalare un disservizio all’ospedale San Carlo.

Salve, mi chiamo D.M, ho effettuato una Tac in ospedale, a Potenza, per un problema di salute da risolvere “velocemente”. Ieri mi sono recata a ritirare il mio referto in modo da poterlo inviare al chirurgo che si occupa del mio caso (ovviamente a Roma), ma alle casse l’operatrice mi comunica che non mi avrebbe potuto dare il Cd con il video dell’esame, ma solo il referto scritto, perché i cd erano terminati. Mi ha invitato a ripassare prossimamente da quelle parti, per verificare se questi cd fossero arrivati .

Ora, dico io, è inammissibile che una cosa del genere succeda in un’azienda ospedaliera, poi nel 2021 con tutti i mezzi informatici che ci sono non propongono nemmeno un’alternativa? Io sono di Potenza, potrò recarmi in ospedale nuovamente, non senza difficoltà ma sicuramente molte meno rispetto a persone anziane o comunque malate, che provengono da fuori comune o fuori regione .

Oltre al fatto che ogni volta bisogna lottare per trovare un parcheggio entrare e stare ammassati senza nessuno che misuri la temperatura, senza nessuno che veicoli il flusso di gente … una situazione non degna di un grande ospedale, ormai solo per le dimensioni mi pare .

Nel frattempo ho inviato una mail di reclamo al direttore generale e spero di poterci parlare personalmente.

Lettera firmata





Source link

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *