Richemont sposta l’intera infrastruttura IT aziendale su AWS di Amazon


Versione italiana di

Gianluca Bolelli

Pubblicato il



23 nov 2021

Le offerte di prodotti di lusso del gruppo Richemont potrebbero ritrovarsi lontanissime dai siti di vendita al dettaglio di Amazon focalizzati sul valore, ma le due società hanno trovato un terreno comune dopo la notizia emersa martedì secondo cui la prima sta spostando l’intera infrastruttura IT aziendale su Amazon Web Services (AWS).

Chloé

Ciò dovrebbe significare esperienze retail online più dinamiche, più personalizzazione, chat video e altri vantaggi garantiti all’azienda proprietaria dei marchi Chloé, Dunhill e Cartier.
 
Ma non si tratta solo di parti del business rivolte ai clienti. L’azienda utilizzerà un’ampia gamma di “capacità cloud avanzate” che dovrebbero contribuire a una migliore attività nel suo complesso. Queste includono l’apprendimento automatico, l’analisi, la sicurezza e le funzionalità di database, “per promuovere l’innovazione di prodotto attraverso le operazioni di vendita al dettaglio fisiche e le offerte di e-commerce”.

Risultato finale, Richemont chiuderà i suoi data center europei e migrerà ad AWS altri data center a Hong Kong e negli Stati Uniti entro la fine del prossimo anno.
 
Come parte della sua strategia di trasformazione digitale, l’azienda sposterà più di 5.000 macchine virtuali e altre risorse su AWS per “modernizzare la sua infrastruttura, aumentare la sua posizione nella sicurezza e guidare l’automazione nelle sue operazioni globali”.
 
Ci sono molti cambiamenti in atto da Richemont in questo momento, come nell’enorme business del lusso, e questa è una parte più ampia di quel processo, anche se i consumatori non dovrebbero notare differenze evidenti, al di là dei miglioramenti generali.
 
I miglioramenti dovrebbero essere percepiti, in quanto Richemont ora utilizzerà i sistemi basati su cloud AWS che forniscono “coinvolgenti esperienze cliente tramite canali ottimizzati digitalmente che utilizzano l’apprendimento automatico”.
 
Come accennato, Richemont punta anche ad aggiungere “più velocemente esperienze digitali dinamiche per la sua piattaforma di e-commerce, inclusi vetrine personalizzate e servizi di styling, consulenze in video chat con sfilate personalizzate in base ai gusti dell’acquirente e offerte su misura per l’accesso anticipato a nuovi articoli prima che arrivino nei negozi”.
 
È un enorme affare per entrambe le aziende e la “strategia cloud-first” di Richemont include la migrazione di un numero enorme di operazioni ad AWS e ai sistemi di e-commerce. Le sue applicazioni IT essenziali per il business della società e la pianificazione delle risorse aziendali verranno migrate, insieme alla contabilità, alla gestione della catena di approvvigionamento, alla manifattura e alla gestione del ciclo di vita del prodotto.

Copyright © 2021 FashionNetwork.com Tutti i diritti riservati.



Source link

Rispondi