Maneskin, l’esibizione in smoking come provocazione a Pillon


Il senatore Simone Pillon li aveva aspramente criticati durante la loro (vincente) esibizione agli MTV Ema, in cui Damiano, leader dei Maneskin, si era esibito in giarrettiera e stivaloni. E loro, di rimando, gli avevano ironicamente promesso un look più “consono” per farlo contento. E così è stato: all’evento di ieri sera a Los Angeles, i “fantastici quattro” si sono presentati in smoking con tanto di papillon.

Maneskin in smoking agli American Music Awards: non solo un fatto di eleganza

maneskin

I Maneskin in smoking (Instagram)

Pillon contro Damiano dei Maneskin

Il leghista, dopo l’esibizione della band, si era sfogato su Facebook. Commentando il look del frontman Damiano, aveva scritto che «tra poco arriveremo al reggiseno da uomo. Ovviamente, una volta preso il microfono, non possono esimersi dal piagnisteo per la sonora bocciatura del Del Zan».

maneskin

Il post di Pillon su Facebook

Da giovani «che si dicono alternativi e ribelli», ha continuato Pillon mi sarei aspettato qualcosa di diverso, che so, sul palco in smoking i maschietti e in abito da sera la signorina, con tanto di dichiarazioni tipo “i bambini hanno il diritto di avere una mamma e un papà”. Allora sì che avremmo visto qualcosa di davvero dirompente […] Invece è sempre la solita solfa».

A quelle parole, Damiano aveva risposto “Hai ragione Simo, la prossima volta completo e paPillon?”. E così sul palco del Microsoft theatre di Los Angeles durante il gala degli American Music Awards – dove non hanno vinto il premio per cui erano candidati – i Maneskin si sono presentati elegantissimi, in smoking nero, camicia bianca e papillon.

La performance di Beggin’

Il gruppo si è esibito in una graffiante e apprezzatissima performance di Beggin‘, brano per cui la band italiana era candidata agli American Music Awards. Si tratta di una cover della celebre canzone di Frankie Valli e i Four Seasons che i quattro hanno portato – insieme al loro repertorio in italiano e in inglese – in tour negli Stati Uniti.

Il premio per cui erano in lizza è finito nelle mani di Megan Thee Stallion con la sua Body. E chissà che Pillon non avesse da ridire anche sul look della Stallion, che ama pose e mise succinte…

iO Donna ©RIPRODUZIONE RISERVATA





Source link

Rispondi