Da Signorelli a Marina Abramović e Zerocalcare, la settimana dell’arte in tv



Still, Luca SignorelliGrandi Maestri, Sky Original, in prima visione su Sky Arte giovedì 25 novembre alle 21.15 | Courtesy Sky Arte

Nel 2010 al MoMA di New York, la personale di Marina Abramović consacrava l’artista regina della performance art.
È proprio in quest’occasione che Abramović interpreta la sua opera più difficile, una performance di tre mesi durante la quale rimane immobile, in silenzio, seduta davanti a un tavolo per sette ore al giorno, a incontrare gli sguardi del pubblico che, come al centro di un solenne rituale pagano, le si avvicina lentamente sedendole di fronte. Lo zoom delle telecamere scruta gli occhi di Marina e quelli del suo interlocutore, specie quando, in uno dei momenti più intensi del film, il suo compagno di vita e di arte per dodici anni, Ulay, ad insaputa dell’artista, decide di partecipare alla performance.  Lei lo vede, si commuove, e concedendosi uno strappo alle rigide regole della performance, allunga le mani fino a toccare quelle dell’ex.
Emozione è forse la parola giusta per descrivere il fil rouge di questa settimana televisiva che, dal 22 al 28 novembre porta sul piccolo schermo pittura, arte performativa, fumetto d’autore.
Se Roma fa capolino in tv con le meraviglie di Castel Sant’Angelo, il fumetto conquista gli appassionati con la nuova serie di Zerocalcare, la prima serie animata prodotta in Italia e già in cima alle tendenze di Netflix.
Ecco, da Sky Arte a Rai 5, alcuni appuntamenti da non perdere.


Tiziano Vecellio, Ratto di Europa, 1560-1562, Olio su tela, 205 x 178 cm | © Isabella Stewart Gardner Museum, Boston

Su Sky Arte Signorelli, Tiziano, l’antico Egitto
Dal museo al piccolo schermo. Il lunedì di Sky Arte ci accompagna tra i temi dell’amore, della morte, della gelosia racchiusi nei capolavori di Tiziano Vecellio. Attraverso il documentario Tiziano: amore, desiderio, morte che trae spunto dal ciclo pittorico protagonista di una mostra itinerante, lunedì 22 alle 16.35, voci moderne raccontano come quei temi andrebbero letti. Al centro della narrazione ci sono le Poesie, una serie di dipinti realizzati dal maestro nel pieno della sua maturità creativa, per il sovrano Filippo II di Spagna, fra il 1551 e il 1562. Ispirate alla mitologia, e alle Metamorfosi di Ovidio, le opere dimostrano il carattere pioneristico della pittura dell’artista che utilizza l’olio per dare forma a pennellate corpose, affrontando in maniera rivoluzionaria i temi mitologici.

Con le sue meraviglie architettoniche, anche Roma si affaccia dal piccolo schermo sulla settimana appena cominciata. Mercoledì 24 novembre alle 13.05 scopriamo i gioielli della città eterna accompagnati dalla voce di Filippo Timi. Protagonista della serie “Sette meraviglie” sarà il monumentale Castel Sant’Angelo.


Still, Luca Signorelli – Grandi Maestri, Sky Original, in prima visione su Sky Arte giovedì 25 novembre alle 21.15 | Courtesy Sky Arte

Per la serie Grandi Maestri – la nuova serie Sky Original che ripercorre la vita dei grandi pittori attraverso i loro capolavori – la voce di Andrea Ward ci porta alla scoperta del sesto episodio, che vede protagonista Luca Signorelli, “de ingegno et sprito pelegrino”  come lo definì Giorgio Vasari. L’appuntamento, in prima visione, con l’arte di questo pittore che attinse a numerose influenze e diverse scuole pittoriche cercando uno stile proprio e originale, è giovedì 25 novembre alle 21.15. 

Venerdì 26 novembre alle 17.30, l’agenda dell’arte accompagna gli spettatori alla scoperta dell’Egitto, con Tutankhamon e la tomba del tesoro segreto. Tutto ebbe inizio nel 1922 quando l’egittologo britannico Howard Carter scoprì la tomba del faraone, un tesoro straordinario che racchiude migliaia di pezzi di gioielleria e oreficeria.


Still Marina Abramovic, The Artist is Present, The Hero, 2001 © Marina Abramovic 

Su Rai 5 Art Night omaggia Marina Abramović
Per celebrare Marina Abramivic, la performer più famosa al mondo, che il 30 novembre compie 75 anni, il programma di Silvia De Felice e di Emanuela Avallone, Massimo Favia, Alessandro Rossi, con la regia di Andrea Montemaggiori, presenta The Artist is Present di Matthew Akers. Il pubblico potrà ripercorrere il videotestamento di una delle più grandi artiste della nostra epoca, premiato alla Berlinale 2012. Mettendo a nudo l’artista e la sua incessante ricerca che da quarant’anni analizza le emozioni e i meccanismi dell’essere umano, il documentario racconta tutte le fasi di quella che potrebbe forse rappresentare la tappa più importante della vita di Abramović. Si tratta della personale al MoMA di New York del 2010, che l’ha eletta madre della performing art. 

Su Rai Storia l’ultimo ritratto di Leonardo
A distanza di 500 anni dalla sua scomparsa, una ricostruzione dell’immenso mosaico della vita e dell’opera di Leonardo prende forma su Rai Storia. Lunedì 22 novembre alle 18.30 Leonardo da Vinci. L’ultimo ritratto ci restituisce, tessera dopo tessera, la vita e l’opera del genio grazie agli interventi di autorevoli studiosi. Esperti di fama mondiale cercheranno di fare chiarezza sugli aspetti principali, ma anche su quelli più curiosi e insoliti, che ne contraddistinguono la genialità, sulle tecniche pittoriche, gli esperimenti di aerodinamica.


Leonardo da Vinci, Studio per la Testa di Leda, 1504-1506 circa, Penna e inchiostro su gesso nero su carta, 14.7x 17.7 cm

Su Netflix il fumetto d’autore protagonista con Zerocalcare
Un fumettista romano, affiancato costantemente dalla sua coscienza, che ha le sembianze di un armadillo, riflette sulla sua vita e su un amore mancato mentre con due amici si reca fuori città. Dal 17 novembre su Netflix la nuova serie d’animazione scritta e diretta da Zerocalcare, pseudonimo del fumettista Michele Rech, dal titolo Strappare lungo i bordi – già al primo posto in Italia tra i titoli della piattaforma di streaming – porta il fumetto d’autore all’ettenzione del pubblico.

A sei brillanti episodi da circa 15 minuti ciascuno, prodotti da Movimenti Production con Bao Publishing, il fumettista padre di Kobane calling o de La profezia dell’armadillo, affida il compito di esortare il pubblico a una riflessione divertita, e amara al tempo stesso, sui temi più attuali dell’esistenza. In un racconto costellato di flashback e aneddoti che spaziano dalla sua infanzia ai giorni nostri, Zerocalcare percorre un viaggio in treno con Sarah e Secco, gli amici di sempre, verso qualcosa di molto difficile da compiere. Dai ricordi sui banchi di scuola alle lamentazioni esistenziali nei confronti della propria incompiutezza, ogni episodio è narrato con la voce del fumettista, che doppia tutti i personaggi, ad eccezione dell’armadillo (che ha la voce di Valerio Mastandrea). Ogni capitolo della storia sembra costruire un tassello di un mondo fatto di pochissime certezze e di amicizie incrollabili. E quando nel finale tutti i pezzi saranno al loro posto, il mosaico costruito sarà una sorpresa, per lo spettatore e per il protagonista.


Zerocalcare, “Strappare lungo i bordi”, Stagione 1, Episodio 2 | Courtesy Netflix

Lo sguardo bianco: espressionismo e colonialismo a confronto su Arte tv
Nella Germania del XIX secolo, la convinzione sulla necessità di preservare le cosiddette civiltà “primitive” ha dato vita a numerosi musei etnografici. A Berlino, Amburgo, Dresda avrebbero trovato spazio collezioni dedicate ai popoli colonizzati in Africa o nel Sud del Pacifico. In realtà il risultato, mettendo in mostra filmati, fotografie e opere “importate” da queste aree geografiche, è stato quello di accrescere gli stereotipi razzisti e una visione eurocentrica delle comunità indigene, veicolata da una pittura espressionista dedita alla raffigurazione del “Buon Selvaggio”. Ad approfondire la questione sarà, fino all’11 febbraio su Arte tv il documentario Lo sguardo bianco. Espressionismo e colonialismo con la regia di Wilfried Hauke.





Source link

Rispondi